Sebastiano M

Membro dal 26 Luglio 2017

Recensioni

Antologia. Monti Iblei, Avola, Sant'Elia. Ediz. italiana e inglese

Comunicazione

26 Luglio 2017 0

Vi comunico un errore evidente il libro si compone di n° 560 pagine

Nuzzo Monello
ἀ ν ϑ ο λ ο γ ί α
A n t h o l o g y

Traduzioni: Corrado Leanti
Dimensioni: 21x 29,7 cm
Pagine: 560 a colori
Copertina: cartonata e sopracopertina
Editore: Sebastiano Monieri Editore
ISBN: ISBN 978-88-942419-0-7
Prezzo di copertina: 70,00 Euro
Data di pubblicazione: 6 Giugno 2017
Penetra nel territorio del Monte Sant'Elia di Avola già riconosciuto quale bene paesistico e archeologico della Sicilia. Tra i “cozzi e lampazzi” dipana gli aspetti connotativi del paesaggio Ibleo della Montagna di Avola e di Cavagrande del Cassibile la tipicità della macchia mediterranea, i valloni umidi e gli anfratti che costituiscono le nicchie e l'habitat dell'estesa flora vascolare, le molteplici specie autoctone, rare come Iris juncea Poir. - Giaggiolo giunchiforme e rarissime come l’Astragalus sempervirens Lam. - Astragalo spinoso. Ricerca ogni aspetto antropologico e archeologico che ancora la contrada conserva. Tra le tombe a cielo aperto e manufatti, riscopre la Chiesa rupestre Sant'Elia con i suoi residui lacerti di affreschi d’epoca bizantina e gli arcosoli. Riscopre la vecchia trazzera che da Cozzo Pagliarelli conduce in circa 2 Km alla provinciale P15, possibile arteria di collegamento tra la contrada Sant'Elia e la Città di Avola. Relazioni scientifiche sull'opera dei docenti di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali Pietro Minissale e Giorgio Sabella dell'Università di Catania e Consiglieri Regionali dell'Ente Fauna Siciliana; il Prof. Alfonso La Rosa del Dipartimento Scienze della Terra e del Mare dell'Università di Palermo. La Geologa Rosanna Malfa, i professori Biagio Iacono e Corrado Leanti.
Il volume si compone di 560 pagine a colori, è arricchito di oltre 450 tavole di fiori spontanei classificate in 67 Famiglie e 322 specie. È tradotto in inglese. Il libro si propone anche quale omaggio al botanico Giuseppe Bianca e alla Città di Avola. Nuzzo Monello.